CumianaFest

Due giorni per la sovranità alimentare, artistica, culturale, popolare

La musica (2016)

Ecco i musicisti che parteciperanno al Festival (in ordine casuale)
Per gli orari di esibizione consultare il programma.

CF16_Capra_CostanzaIl “chitarrautore” Marcello Capra fonda nel 1971 il gruppo Rock progressive Procession, collabora con l’attrice cantante Raffaella De Vita, i cantautori Enzo Maolucci e Tito Schipa Jr, pubblica il suo primo album solista Aria Mediterranea nel 1978 – uno dei più importanti dedicato alla chitarra acustica del periodo – partecipa in solo guitar ai concerti di leggende della musica britannica come John Martyn e Dave Cousins, pubblica negli anni a venire altri nove album solisti, nel 2013 costituisce il trio di musica world Glad Tree, con il flautista Lanfranco Costanza e l’indiano Kamod Raj alle tabla e canto, con i quali nel 2015 incide il primo CD Onda Luminosa. Lanfranco Costanza (flauti, voce, armonica e aggeggi) arriva da esperienze classiche, ma ha all’attivo una vasta militanza in Italia e all’estero in gruppi pop, rock, prog, etno, dim. elettronica (MotherGoose, Shamal, Megun, Re di nulla) e ha lavorato con Jan Bang (campionamento in tempo reale), Christer Bothen (world), G. Petrella (cosmic), Sophie Reed (blues), David Ornette Cherry (organic music), Jayadeva (Pramaggiore) e creative music club a Biella.
CF16_Buttari

“Il tema del mio concerto riguarda il mondo antico e la ritualità legata ad esso. In special modo la vocalità intesa come mezzo di rafforzamento delle comunità. La musica che eseguirò con strumenti di varia provenienza geografica sarà in buona parte improvvisata in tempo reale, assolutamente imprevedibile. Musica d’anima, come la chiamo io….”.
Ciro Buttari ha soggiornato stabilmente come musicista e osservatore culturale, dal 1967 al 1975, in Medio Oriente, Africa, Estremo Oriente e a Londra. Fra gli strumenti utilizzati da Ciro, oltre la voce, ci sono quelli a corda, a fiato, percussioni varie e molti strumenti etnici e antichi.

 

CF16_BabemalàI Babemalà si presentano con nuova formazione, nuovo progetto, gran voglia di divertirsi e far divertire suonando musica popolare.
La formazione è composta quasi esclusivamente da musicoterapisti; “ciò non depone certo a favore delle condizioni di salute psicofisica del gruppo, ma si resta fedeli al detto che ci ha accompagnato in questi anni: “son quelli poco seri a prendersi troppo sul serio””.
I Babemalà sono: Sara Strenghetto (voce), Daniela Delfino (voce e chitarra), (Laura Taldo (voce), Roberta Moriano (violino), Massimo Previte (percussioni), Roberto Vendrame (fisarmonica), Mauro Sarcinella (chitarra e bouzouki).

CF16_MalartanIl gruppo dei Malartàn è attivo dal 1994 a Torino. La band non ha un approccio ortodosso al traditional; il sound ha un sapore contemporaneo, giovane e fresco. Chitarra, percussioni e whistles creano la base sulla quale la bellissima voce di Donata Guerci fa sentire le sue qualità” (dalla rivista Celtica, settembre 2003) . 
I Malartàn sono Donata Guerci (voce e percussioni), Renato Morabito (flauti irlandesi), Beppe Rigotto (chitarra e voce), Umbero Cariota (basso elettrico), Massimo Lajolo (chitarra, bouzouki e armonica).

 

CF16_TraineMannut

 

Il banjoista Vito de Bellis, presente sulla scena musicale torinese da oltre 25 anni, con i Traine Mannut (Peo Torchio alla chitarra, Gianni Neirotti: tromba e flicorno, Umberto Cariota al basso e Alessio Coletta alle percussioni) si ripresenta al CumianaFest con un repertorio musicale di propria composizione raffinato, coinvolgente ed elettrizzante, che mescola vari stili musicali, dal blues alla musica balcanica, dallo swing al funky.

 

CF16_AltaPressioneA.P. – Altapressione – Gruppo nato nel 2013 da un’idea di Massimo Molino (basso e fisarmonica), Luciano Motta (chitarra acustica e voce), Rodolfo Boerio (chitarra acustica, armonica) e Pier Paolo Fassino (Batteria). I brani sono tutti originali, cantati in italiano e piemontese. I testi prendono spunto dalla tradizione della canzone d’autore italiana e da alcuni testi in Piemontese antico. Le musiche sono costruite con sonorità acustiche, con contaminazioni folk, country, rock, sempre originali e coinvolgenti. Da due anni si esibiscono dal vivo in vari locali della Val di Susa con uno spettacolo divertente, composto interamente da brani di propria composizione.

CF16_Sharadì

Il gruppo Sharadì nasce nel 1992 dall’incontro di musicisti torinesi impegnati da parecchi anni nel campo della musica folk e d’improvvisazione. Ha tenuto concerti in quasi tutta l’Italia settentrionale, suonando in rassegne di musiche etniche, presso Comuni, Associazioni Culturali e Scuole di musica. Nel 1998 inizia la collaborazione con Paolo Avanzo. Nel 2002 Sharadì è al Teatro Regio di Torino nella composizione per strumenti etnici ed orchestra di Cameron Sinclair.

 

CF16_Vampa_de_Lumera

Vampa de Lumèra nasce dalla passione, dall’entusiasmo e dalla voglia di divertirsi con le danze e le musiche popolari del sud Italia, nate dal vissuto della gente comune, dalla convivialità sociale e dalla tradizione: pizziche, stornelli, canti d’amore e di lavoro tradizionali scelti e arrangiati anche con l’aiuto prezioso dei salentini Anna Dimitri, attrice e cantante, e Roberto Gemma, musicista e compositore; con loro è stato portato in scena nell’anno 2015 uno spettacolo teatrale musicale dal titolo Salentìa, d’Amori e di Viaggio che ha visto coinvolti sul palco 50 musicisti professionisti e non. La formazione è composta da Martina Cuminale, Barbara Ivaldi, Alessia Volpe, Miriam Calabrese, Giulia Masiello, Francesca Boffito, Giuliano Francescato, Domenico Santoro: voci, flauti, chitarra, violino e – naturalmente – tamburelli salentini.

CF16_SailingStrings
Molto apprezzati nella scorsa edizione, con i loro brani tradizionali americani ed irlandesi rivisitati in chiave personale, con la splendida voce di Cristina Greco. Musica acustica, ricerca di suoni e di armonia… I Sailing Strings sono Stefano Danesi (chitarra, voce), Guido Gentili (chitarra, voce) e Cristina Greco (mandolino, voce).

 

 

CF16_ICCumiana

Cumiana Etno&Folk festival sarà aperto sabato alle 19 dai ragazzi dell’Istituto Comprensivo di Cumiana. Ci presenteranno lo spettacolo messo in scena dai ragazzi delle ex classi III medie dopo la settimana di laboratorio musicale sul tema della migrazione. Lo spettacolo prende l’avvio dai migranti cumianesi che sono andati a vivere in Sud America, e propone brani strumentali e canzoni provenienti da Argentina, Cile, Perù, Bolivia e Brasile. Dirige l’ensemble la prof.ssa Elisabetta Bigo, coadiuvata dai docenti Marco Giaccaria e Francesco Melillo.

Annunci