CumianaFest

Due giorni per la sovranità alimentare, artistica, culturale, popolare

L’agricoltura (2016)

CF16_Yacouba_Sawadogo

Un’edizione straordinaria del Cumianafest, quella 2016: ospite d’eccezione sarà Yacouba Sawadogo, contadino rivoluzionario, conosciuto come “L’uomo che fermò il deserto”. Un uomo, che ha speso la sua vita a piantare alberi ai margini del deserto del Sahel, in Burkina Faso, e grazie a lui oggi ci sono foreste e vita dove prima non c’era nulla. La sua vita, tanto poetica quanto coraggiosa, è stata raccontata in un film biografico (guarda il trailer a lato). Sarà qui in Italia, accompagnato dal delegato di Terra Madre Sankara Mady.    it.wikipedia.org/wiki/Yacouba_Sawadogo

CISV

Il CISV – tra i coordinatori del Cumianafest – crede nella sovranità alimentare e lavora da 50 anni fianco a fianco con piccole realtà contadine in Africa, in America Latina e in Italia; gruppi, comunità, famiglie, organizzazioni di base, piccole cooperative che vivono e sono testimoni ogni giorno della sovranità alimentare. La sovranità alimentare è il diritto dei popoli di stare, coltivare, vivere sulla propria terra, mantenendo e migliorando la capacità di produrre la propria alimentazione di base, nel rispetto delle diverse specificità tecniche e culturali.     www.cisvto.org

cf16_ciboprossimo

Ciboprossimo e’ un progetto comune per produttori, consumatori, esperti, piccole e medie imprese, negozianti e ristoratori, organizzazioni non governative, ricercatori e divulgatori. Vuole costruire una nuova logistica a partire dalla collaborazione di gruppi di persone, mercati, negozi e internet. “Vorremmo farlo con chi vuole una agricoltura sostenibile un nuovo sviluppo rurale della comunità italiana, vuole vivere meglio, mangiare sano e un po’ collaborare a migliorare l’Italia”.  http://www.ciboprossimo.net/

cf16_demonte

A Demonte, in Valle Stura, esiste un percorso di Agricoltura Comunitaria fondato sulla cura del territorio, cura delle persone, economie di piccola produzione e piccolo commercio, fatto di cose vere e nella ricerca di relazioni sane e vicine. E’ Agricoltura che ha ricadute positive sulla salute, l’economia, la vita sociale e l’identità della comunità: è un motore di cambiamento! http://www.facebook.com/Agricoltura-Comunitaria-1843522625874605/

CF16_Amaldi

La Scuola Malva-Arnaldi di Bibiana (TO) è – fra le altre cose – il Conservatorio della Biodiversità di frutta del Piemonte e custodisce tutti i vitigni presenti sulle Alpi insieme a centinaia varietà rare e antiche di mele, pere, susine, pesche e albicocche. Una storia nata negli anni ’30, per creare servizi strategici a supporto dell’agricoltura. Ancora oggi è un centro importante di formazione e di ricerca per il settore agricolo del Piemonte occidentale. La Scuola Malva non ha tra i suoi principali compiti quello della produzione agricola; tuttavia anche come forma di autofinanziamento ha intrapreso da alcuni anni alcune attività produttive ottenendo ottimi prodotti in bottiglia. www.scuolamalva.it

CF16_ASCI

L’A.S.C.I. (Associazione Solidarietà per la Campagna Italiana) è una associazione contadina senza fini di lucro che si propone la difesa e rinascita del mondo rurale italiano Le realtà che la compongono sono di piccoli agricoltori, artigiani, ecc., che non vogliono avere carattere di impresa ma solo di mestiere, che hanno fatto una scelta di vita e professionale nel massimo rispetto dell’ambiente, delle tradizioni, bandendo l’impiego di prodotti chimici, di sintesi, manipolati geneticamente, dalla conduzione della propria attività. L’A.S.C.I. si propone di tutelare questi soggetti dalle esose pretese burocratiche, fiscali, sanitarie vigenti in modo da prevedere normative parallele che consentano a tali attività di sopravvivere creando quella solidarietà città-campagna necessaria per il bene comune.    www.asci-italia.org

 

CF16_MuseoRubat

Il museo etnogtrafico ‘L Rubat realizzato e curato dall’associazione Gruppo Ricerca Piscina, custodisce un vero e proprio patrimonio della cultura contadina, con una raccolta di oggetti di usoquotidiano ed attrezzi agricoli, utilizzati fino alla metà del ‘900. Il museo possiede un archivio di cui fanno parte oltre 2000 fotografie, libri e diversi documenti riprodotti da originali donati dalla popolazione o provenienti da vari archivi istituzionali. Sarà presente al CumianaFest con un’esposizione di oggetti e attrezzi antichi, macchine agricole e foto d’epoca della civiltà contadina.     www.museorubat.it

CF16_Girolomoni

Sabato pomeriggio alla tavola rotonda sull’agricoltura di comunità ci sarà Giovanni Battista Girolomoni, figlio del celebre Gino Girolomoni, che ha costantemente lavorato per promuovere l’agricoltura biologica e la lotta agli OGM. Giovanni Battista Girolomoni oggi coordina le attività dei 30 soci e delle oltre 80 aziende agricole che convogliano al consorzio il grano, il farro e gli altri cereali antichi. Una storia nata con Gino, dalle cui esperienze nacque nel 1977 la Cooperativa Alce Nero, tra le prime in Europa a coltivare e a produrre con il metodo bio. www.girolomoni.it

CF16_AIAB

AIAB sarà presente con suoi produttori alla fiera contadina che si terrà il 18 settembre. AIAB è una associazione di produttori, tecnici e cittadini-consumatori. AIAB è la messa in rete del movimento biologico e rappresenta prioritariamente gli interessi dei produttori biologici, attraverso la promozione dell’agricoltura biologica quale modello di sviluppo sostenibile, basato sui principi di salvaguardia e valorizzazione delle risorse, rispetto dell’ambiente, del benessere animale e della salute di chi consuma. http://www.aiab.it/

CF16_GenuinoClandestino

L’associazione GENUINO CLANDESTINO si definisce una comunità il lotta per l’autodeterminazione alimentare. Nasce nel 2010 come una campagna di comunicazione per denunciare un insieme di norme ingiuste che, equiparando i cibi contadini trasformati a quelli delle grandi industrie alimentari, li ha resi fuorilegge. A questa esperienza appartiene GENUINO VALSUSINO, anch’essa realtà composta da piccoli produttori di ortaggi, frutta, latte e derivati. La genuinità dei prodotti “clandestini” è riconosciuta attraverso meccanismi quali l’autocertificazione partecipata. http://www.genuinoclandestino.noblogs.org/ http://www.facebook.com/…/Genuino-Valsusino

 

cf16_antichimais

L’associazione Antichi Mais Piemontesi si occupa di conservare e valorizzare le risorse genetiche di frumento, non solo attivando una rete didattico-informativa, ma agendo nel concreto attraverso la moltiplicazione in purezza di antiche varietà da parte di agricoltori custodi ed arrivando alla produzione di farine monovarietali in mulini tradizionali, da rendere disponibili al piccolo artigiano o al consumatore per la produzione di pane. http://www.cerealiinrete.it/

cf16_canapa

L’associazione Canapa Valle Susa promuove la canapicoltura e si occupa di attivare una rete di conoscenze e competenze, di risorse economiche e umane, utili a creare le condizioni per l’avvio di una produzione agricola e manifatturiera della canapa. Sviluppa progetti agricoli, didattici e tessili, coinvolgendo e collaborando con i le Amministrazioni locali, le scuole, le Facoltà e gli istituti superiori, enti e istituzioni. http://www.canapavallesusa.it/Joomla_3/

cf16_ari

L’ARI, Associazione Rurale Italiana. si propone di raggruppare in una forza collettiva organizzata e rappresentativa persone e gruppi impegnati in favore di modelli di agricoltura contadina che siano compatibili con la sovranità alimentare. ARI sostiene pratiche agricole rispettose del lavoro, della salute, degli animali, dell’ambiente naturale e dei suoli. http://wordpress.assorurale.it/

CF16_StopConsTerr

A Cumianafest 2015 potrai conoscere conoscere la campagna STOP AL CONSUMO DI TERRITORIO e le sue iniziative. Sovranità alimentare significa anche preservare l’uso agricolo dei suoli perché “dal cemento non nasce niente”, dai suoli fertili e da chi li lavora nascono orti, grano, cibo. http://www.stopalconsumoditerritorio.it/

CF16_PrincPell

Principi Pellegrini è associazione per la salvaguardia e la tutela della Biodiversità. Si propone di sperimentare sistemi innovativi che conducano verso una gestione sostenibile delle risorse del pianeta, salvaguardare ed incrementare la biodiversità, stimolare la riscoperta del paesaggio rurale ed il presidio del territorio, incentivare il turismo a basso impatto, utilizzare i boschi dal punto di vista ricreativo e produttivo mediante la cura del micro-habitat e la creazione di filiere corte per i cicli di biomassa, energia, calore. http://www.divangazioni.org/

Annunci